Reginald con Moretti
Reginald con Tobias Moretti

Reginald con Burkhard
Reginald con Gedeon Burkhard

Reginald con Psichill
Reginald con Alexander Psichill

Rex - Santo
Santo vom Haus Zieglmayer

Rex baby - Rhett Butler
Rhett Butler in Baby Rex

Henry con Capparoni
Henry con Kaspar Capparoni

Nick con Bassi
Nick con Bassi

Dog Stars

Rex


"Il commissario Rex" è una delle serie televisive più viste nel mondo: è stata venduta in più di 100 nazioni.
Lo straordinario successo della serie televisiva, iniziata nel 1994, è dovuto soprattutto al cane Rex, il simpatico pastore tedesco, intelligente, abile, delle volte anche furbo e persino spiritoso, compagno fisso dell'ispettore della squadra omicidi di Vienna.
Nei primi 4 anni della serie, Rex ha fatto coppia con l'ispettore Moser (attore: Tobias Moretti); in seguito con altri ispettori: Alexander Brandtner (1998–2002, attore: Gedeon Burkhard) e Marc Hoffmann (2002-2004, attore: Alexander Pschill).

Della serie tedesco-austriaca sono state girate, tra il 1994 e il 2004, complessivamente 10 stagioni con 123 puntate. Quindi, dopo una pausa di quattro anni, l’ambientazione della serie si è spostata a Roma, dove sono state girate altre 8 stagioni con 92 puntate (dal 2008 al 2015), prima con il commissario Lorenzo Fabbri (attore: Kaspar Capparoni) e poi con Davide Rivera (attore: Ettore Bassi) e infine Marco Terzani (attore: Francesco Arca).
"Il commissario Rex" è una serie poliziesca "leggera", in cui si alternano gli aspetti seri e quelli leggeri. Una serie sempre piacevole da guardare, grazie a Rex, il cane super-efficiente, ma anche giocherellone, che sa portare la colazione, il giornale, il telefonino e capace di rubare ai suoi colleghi umani, con trucchi sempre diversi, i panini con i würstel, di cui è ghiotto.

Come sono cambiati gli attori che hanno impersonato l’ispettore della squadra omicidi, così sono cambiati i cani-attori nella parte del protagonista Rex.
Il primo "commissario Rex", è stato il pastore tedesco di nome Reginald von Ravenhorst, nato nel 1991 a Ingolstadt (Germania) e, una volta selezionato per le sue capacità, diventato attore grazie all’addestratrice Teresa Ann Miller, la stessa del maialino Babe.
Uno degli esercizi più difficili per Rex è stato quello di capire che poteva saltare attraverso un vetro (di zucchero caramellato) senza farsi male. Si trattava di fargli superare tre fasi: 1) insegnargli ad attraversare una parete solida; 2) fargli superare lo spavento del rumore del vetro infranto e fargli capire che i pezzi rotti che ricadevano su di lui non gli avrebbero fatto male: 3) ma forse anche il punto più importante, fargli capire che non tutti i vetri sono "zuccherati".
Comunque, Reginald nelle parti più pericolose era sostituito da una "controfigura", il pastore tedesco Santo vom Haus Zieglmayer, che ha recitato dal 1992 al 1997, addestrato da Teresa Ann Miller.
Rex con Teresa Ann Miller Dopo alcuni anni di lavoro, Reginald, ormai in "pensione" è stato acquistato da una famiglia italiana; ora riposa nel cimitero degli animali di Los Angeles.
Dal 1999 Reginald è stato sostituito da un altro cane, già subentrato come “controfigura”: Rhett Butler, chiamato così in onore del protagonista di “Via col vento”.
Anche Rhett Butler, nato in Austria nel 1996, è stato il cucciolo protagonista dello special – trasmesso anche in Italia – Baby Rex. Preso a sole dieci settimane, ha girato fino ai sei mesi e oltre e, sotto la guida magistrale di Teresa Ann Miller, è diventato il commissario Rex.
Dal 2002 Rhett Butler è stato affiancato da Alex, un pastore tedesco, nato nel 1998 in provincia di Lucca, specialista in interventi di soccorso nei casi di crolli e valanghe, essendo stato allevato da Salvatore Battaglia, del dipartimento di soccorso nazionale cinofilo.
Per Alex, recitare nel Commissario Rex ha rappresentato un trampolino di lancio: è stato il protagonista di "Un amico a quattro zampe" al fianco di Lino Banfi, ha girato in due stagioni di "Don Matteo" con Nino Frassica e Terence Hill e nel film "L'indomani", diretto da Francesca Archibugi e interpretato da Ornella Muti.
Ma, cosa più importante, Alex ha compiuto alcune azioni eroiche, come dimostrano i risultati delle operazioni di soccorso della Protezione civile nazionale a cui ha partecipato: nel 2000, infatti, è stato premiato per aver salvato un anziano di 80 anni che si era allontanato dalla casa di riposo; per scovarlo, Alex ha seguito le tracce dell'uomo per oltre 10 chilometri. Ed è stato Alex a scovare i corpi dei tre vigili del fuoco morti sotto i detriti della palazzina di via Ventotene a Roma. Ma l'impresa forse piu' celebre fuori dal piccolo schermo, Rex l'ha compiuta negli Stati Uniti, a New York. Dove, dopo l'attentato dell'11 settembre alle Twin Towers, ha partecipato ad alcune fasi di recupero dei superstiti sotto le macerie. Ma ha vissuto anche momenti belli: nel 2006, in visita nell'allevamento dove era nato, ha conosciuto la sua "Lady" e, come per i VIP, il sindaco (vero!) di Altopascio ha celebrato il matrimonio, con tanto di torta nuziale e invitati.
Quando nel 2008 parte l'undicesima stagione, Rex si trasferisce a Roma, dove è interpretato dal pastore tedesco di origine americana Henry (una vera star: è stato assicurato per un milione di dollari) che affianca un commissario italiano, Lorenzo Fabbri, interpretato da Kaspar Capparoni. Come i suoi predecessori, anche il Rex "romano" è stato addestrato da Teresa Ann Miller.
Achi con Perla Quindi è stato il turno di Achi, addestrato da Massimo Perla, che racconta: "Ero all’esposizione Internazionale Canina di Genova, e stavo cercando un pastore tedesco da addestrare per la fiction. Lui era perfetto: bellissimo, occhi intensi, faccia vivace".
L’ha visto, l’ha scelto, e dopo venti giorni è andato a prenderselo. Rex prima apparteneva a un ragazzo che, dopo aver vissuto un po’ insieme a lui, l’aveva riportato in allevamento. Massimo Perla l’ha adottato e l’ha fatto diventare una star.
Nelle stagioni 14 e 15 del Commissario Rex, è stato il turno del pastore tedesco Nick, addestrato ancora una volta da Teresa Ann Miller.
Nel 2015 la RAI, nonostante una petizione online lanciata su Facebook con lo slogan #rexnondevefinire, decide di non proseguire la serie.